Seguici su

A2A: Presentato il primo Bilancio di Sostenibilità del Friuli Venezia Giulia 2016

Condividi

 

- 21 milioni di euro il valore della ricchezza distribuita sul territorio nel 2016

- 65 milioni di euro investiti nelle centrali elettriche nel triennio 2014-16

- 18,5% dell’energia prodotta da fonti rinnovabili

- 161 occupati in provincia di Gorizia e Udine

- 918 visitatori agli impianti del gruppo

 

Udine, 18 dicembre 2017 – E’ stato presentato oggi a Udine dall’Amministratore Delegato di A2A, Valerio Camerano, il primo bilancio di sostenibilità A2A del Friuli Venezia Giulia, il documento che riassume gli impegni, i risultati e i fatti del 2016 relativi alla attività del Gruppo sul territorio friulano, in termini di responsabilità ambientale, economica e sociale. E’ il sesto bilancio territoriale pubblicato quest’anno dopo quelli di Brescia, Milano, Varese, Bergamo e Valtellina-Valchiavenna. I dati sono riferiti in particolare alle province di Udine e Gorizia, dove A2A è presente con le sue attività.

La pubblicazione dei bilanci territoriali rientra in un percorso di ascolto e coinvolgimento degli stakeholder territoriali avviato nel 2015 con il di Brescia. I forumAscolto sono momenti di discussione «guidata» che coinvolgono diversi portatori di interesse a livello locale (associazioni, clienti, imprese, università, istituzionali, ecc). A partire dalle idee emerse durante i forum, sono già stati realizzati 11 progetti.

 

DATI CHIAVE SOSTENIBILITA’ A2A 2016 – FRIULI VENEZIA GIULIA (PROVINCE GORIZIA E UDINE)

Responsabilità economica

Il valore della ricchezza distribuita da A2A sul territorio è stato di 21 milioni di euro nel 2016, con 5,4 milioni spesi in forniture e servizi a favore di aziende del territorio. Nel triennio 2014-2016, A2A ha investito 65 milioni per interventi di miglioramento sulla centrali elettriche friulane.

Responsabilità ambientale

A2A ha prodotto nel 2016 energia elettrica pari a quasi un terzo del fabbisogno regionale, con i suoi impianti idroelettrici (Somplago e Ampezzo) e termoelettrici (Monfalcone). Per il 18,5% si tratta di energia da fonti rinnovabili.

Gli impianti idroelettrici hanno generato, nonostante le scarse precipitazioni, 503 gigawattora, beneficiando degli interventi di ottimizzazione realizzati, a partire dal 2011 per sostituire i gruppi di generazione turbina-alternatore degli impianti di Somplago e Ampezzo. Nel 2016, sono stati rilasciati 62milioni di m3 di acqua per garantire il Deflusso Minimo Vitale, a tutela degli ecosistemi fluviali. E’ proseguita parallelamente l’attività di ripopolamento della fauna ittica, in base agli accordi siglati con l’Ente Tutela Pesca della Regione Friuli Venezia Giulia.

La centrale termoelettrica di Monfalcone ha prodotto lo scorso anno 2.214 gigawattora. Nelle due sezioni, rimaste in servizio, sono operativi dal 1° gennaio 2016, i nuovi sistemi di abbattimento degli ossidi di azoto, che hanno comportato un investimento di 25 milioni di euro. L’intervento ha garantito nel 2016 emissioni medie di NOx inferiori del 46% rispetto al nuovo limite fissato dall’Autorizzazione Integrata Ambientale (180 mg/Nm3). Nello stesso anno, sono state largamente inferiori ai limiti di legge, anche le emissioni medie di SO2 (-59%) e di polveri (-75%). Sono stati, inoltre, dismessi tre serbatoi costieri per lo stoccaggio dell’olio combustibile. La Centrale di Monfalcone è stata insignita nel 2017 di un riconoscimento da parte di EMAS Italia per l’impegno e i risultati raggiunti nella comunicazione ambientale.

Responsabilità sociale

A2A supporta in maniera continuativa iniziative culturali, sportive, ambientali e sociali sul territorio.

Nel 2016 ha erogato 56mila euro in sponsorizzazioni e contributi ad associazioni locali. Il dialogo con la comunità si sviluppa anche attraverso l’apertura degli impianti al pubblico, che coinvolge scuole e famiglie. Nel 2016, 918 persone hanno visitato i siti produttivi di A2A sul territorio.

Sono 161 i collaboratori che lavorano nelle sedi friulane di A2A, con 9 nuove assunzioni nel 2016 di personale residente nel territorio. Grande attenzione viene prestata alla formazione; le ore dedicate lo scorso anno sono state in media 29 per dipendente, oltre il 40% in più rispetto alla media del Gruppo. Si sono riscontrati benefici anche in termini di sicurezza sul lavoro, con un significativo calo degli infortuni negli ultimi 3 anni (2 nel 2016).

A2A è operativa in provincia di Gorizia e Udine, anche attraverso l’attività commerciale di A2A Energia, che ha venduto 29 gigawattora di energia elettrica e 1,7 milioni di metri cubi di gas. La società si è confermata anche nel 2016 a livelli di eccellenza per soddisfazione del cliente, ottenendo il primo posto nella graduatoria nazionale degli operatori di vendita elettricità e gas (Monitor Cerved Energia).

forumAscolto

Nell’ambito del programma forumAscolto, nella giornata odierna A2A ha anticipato ai partecipanti al forum, il progetto di lanciare nel 2018 un bando per supportare iniziative finalizzate allo sviluppo sostenibile del territorio. Ai vincitori verrà garantito, oltre ad un sostegno economico, un percorso di light incubation per lo sviluppo della loro idea progettuale, curato dall’incubatore certificato Impact Hub Milano.

 

Potete scaricare il documento completo a questo link: BILANCIO SOSTENIBILITÀ FRIULI VENEZIA GIULIA

Condividi

A2A per l'ambiente, per le comunità,
per l'innovazione