Seguici su

Bilancio di sostenibilità territoriale 2017

Responsabilità Economica

milano

Nel 2017 è stata distribuita al territorio di Milano una ricchezza pari a 565 milioni di euro.

Sono stati emessi a 833 fornitori della provincia di Milano 1.954 ordini. In totale, sono 1.059 i fornitori milanesi qualificati, di cui il 49% possiede almeno una certificazione qualità, ambiente e sicurezza. Inoltre, il 62% sono micro o piccole imprese e 20 sono cooperative sociali e Onlus.
175 milioni di euro sono stati investiti per il mantenimento e lo sviluppo dei servizi offerti (+24% rispetto al 2016), di cui il 122 milioni di euro nell’area delle reti per il miglioramento della resilienza della rete elettrica (43%), il mantenimento della rete gas (38%), nonché per il teleriscaldamento (19%).

565

milioni €

Valore della ricchezza distribuita in provincia di Milano

175

milioni €

Investimenti per il mantenimento e lo sviluppo dei servizi offerti

28%

Percentuale del capitale sociale detenuto da azionisti della provincia di Milano

268

milioni €

Valore dell’ordinato verso fornitori della provincia

15.654

Numero di azionisti retail residenti nella provincia di Milano

Ricchezza distribuita in provincia di Milano per categoria (%)

Andamento degli investimenti del gruppo A2A in provincia di Milano (Milioni di Euro)

Per ulteriori dati della responsabilità economica

PROGETTI
pagination

Piano di protezione catodica

Unareti ha completato, con un anno di anticipo rispetto agli impegni della delibera AEEGSI 574/13, il piano di applicazione della protezione catodica alle condotte in acciaio a carico, per la prevenzione della corrosione dei materiali metallici, che salvaguarda l’integrità delle condotte e aumenta la sicurezza della rete.

Nuovi impianti per il recupero della materia

In costruzione a Muggiano un nuovo impianto di selezione della plastica raccolta separatamente, il cui cantiere è stato avviato a dicembre 2017. Inoltre, tra i comuni di Giussago (Pv) e Lacchiarella (Mi), il Gruppo ha previsto la costruzione di un impianto di trattamento per il recupero della FORSU, dal cui processo è possibile ottenere compost e biometano. Il nuovo impianto avrà una capacità di 100 mila tonnellate di rifiuti all’anno, con una produzione di biometano potenziale attesa di circa 7 milioni di m³/anno e di compost di circa 20 mila t/anno.

Nuovi investimenti presso la centrale di cogenerazione di Canavese

Nel 2017 è stata realizzata una nuova sala telecontrollo dalla quale si potrà monitorare la produzione di tutte le centrali di teleriscaldamento dell’area milanese, così da assicurare la corretta messa in rete dell’acqua calda. Questo intervento è stato caratterizzato dalla digitalizzazione degli apparati e dalla posa di una nuova rete di fibra ottica ad alta velocità (42 km) che permettono di interconnettere tutti gli impianti di teleriscaldamento di Milano. Inoltre, tramite l’installazione di una seconda pompa di calore, sarà possibile recuperare completamente la porzione di energia ad oggi dissipata rendendola utile alla rete cittadina di teleriscaldamento, migliorando di quasi sette punti percentuali il rendimento complessivo della sezione cogenerativa, da circa 82% a circa 89%.