Seguici su

Bilancio di sostenibilità territoriale 2018

Responsabilità Ambientale

piemonte

In Piemonte, A2A possiede i seguenti impianti:


Attraverso la controllata Retragas S.r.l., il Gruppo gestisce anche le attività di trasporto regionale di gas

2.251

GWh

Energia prodotta da impianti termoelettrici, fotovoltaici e biogas

4.247

tonnellate

CO2 evitate grazie agli impianti di produzione del biogas

4

Impianti coperti dalle certificazioni EMAS, OHSAS 18001, ISO 9001 E ISO 14001

MATERIA PRIMA SECONDA PRODOTTA NELL’IMPIANTO DI TRATTAMENTO DEL VETRO DI ASTI (tonnellate)

Per ulteriori dati della responsabilità ambientale

PROGETTI
pagination

Inaugurato il nuovo impianto di selezione della plastica di Cavaglià

Il Gruppo, che persegue fortemente l’obiettivo dell’economia circolare, ha provato a cercare nuove opportunità di business nell’ambito del recupero di materia, analizzando il contesto delle filiere di recupero e decidendo di puntare su quelle meno efficienti e che presentano un maggiore gap impiantistico: la plastica e l’organico. In quest’ottica è stata pianificata la costruzione dell’impianto di selezione della plastica di Cavaglià, inaugurato nel novembre 2018.
L’impianto ha una capacità produttiva di trattamento di 45.000 tonnellate annue, che attraverso l’utilizzo di innovativi macchinari di selezione, suddivide i rifiuti plastici in diversi flussi per tipologia di materiale (es: PE, PET, PP, film, ecc.) per poi successivamente inviarli a recupero. Il processo di selezione all’interno dell’impianto avviene grazie a 8 scanner ottici ad altissima tecnologia in grado di riconoscere i polimeri e suddividerli per tipologia, forma e colore, il tutto in maniera automatizzata. Una volta selezionate le singole frazioni, queste entrano nella stazione di cernita manuale, dove il personale addetto può effettuare il controllo di qualità finale. Anche gli aspetti energetici dell’impianto sono stati oggetto di grande attenzione: la nuova costruzione infatti è dotata di un impianto fotovoltaico da 300 kW che permette di produrre 350 MWh/annui, pari al 15% del fabbisogno energetico dell’impianto.

Gli impianti per la produzione di combustibile solido secondario

A Cavaglià e a Villafalletto sono presenti due impianti ITS (Intelligent Transfer Station) per il recupero della frazione residua, non più recuperabile, dei rifiuti solidi urbani dopo la raccolta differenziata. Sono impianti di trattamento meccanico-biologico all’interno del quale si sviluppa il processo Biocubi®, un processo di bioessiccazione messo a punto e brevettato da A2A Ambiente, finalizzato a ottimizzare la valorizzazione energetica dei rifiuti.
Il materiale recuperato viene impiegato per la produzione di combustibile secondario di elevata qualità (alto potere calorifico e limitate emissioni rilasciate), da utilizzare in alternativa ai combustibili tradizionali, evitando l’uso di ulteriori fonti fossili per la produzione di energia